Top

Flipper un oggetto per appassionati

flipper-che-passione

Flipper un oggetto per appassionati

Il flipper è uno dei giochi più antichi che continua ad esistere nonostante tutte le difficoltà che ha incontrato da quando è stato creato fino ad oggi.
Anche se con l’avanzare della tecnologia il classico flipper che si trovava nel bar vicino casa è stato rinchiuso in un monitor da pc, tablet o cellulare che sia, continua a essere uno dei pochi oggetti ancora molto ricercati soprattutto dai più appassionati collezionisti.

Un po’ di storia… tre secoli di Flipper

È curioso sapere che in realtà quello che noi comunemente chiamiamo ‘flipper’, ha origini francesi risalenti al settecento e veniva chiamato ‘Bagatelle’, fino a quando, alla fine del settecento, il gioco arrivò in America e in seguito a delle modifiche venne rinominato ‘flipper’.

Il ‘Bagatelle’ si presentava come un tavolo di legno con delle stecche e una palla, ben diverso dall’aspetto che assunse in seguito ai miglioramenti apportati da Redgrave. Tali miglioramenti consistevano nell’aggiunta di una molla di lato, la sostituzione delle palle originarie con delle biglie, e infine nel rialzare i piedi anteriori del tavolo così da creare la giusta pendenza.

Mentre i ‘flipper a gettoni’, risalenti agli anni trenta del novecento, non hanno avuto molta fortuna.

Visto più come un gioco d’azzardo, piuttosto che come un gioco con cui divertirsi da soli o con gli amici, venne bandito dal governo americano per quasi quarant’anni.
Però, nonostante ciò, non ha smesso di esistere, infatti molti modelli vennero nascosti, e non trovati e distrutti dall’autorità competente.

Ciò fino a quando Sharpe riuscì a convincere, in seguito ad una dimostrazione pratica, il tribunale che il flipper altro non è che un semplice gioco di abilità, le cui mosse possono essere facilmente previste.
I più appassionati avranno notato che le alette non sono state ancora menzionate, e questo non per dimenticanza, ma proprio perché bisognava aspettare un’ulteriore modifica del flipper, avvenuta nel 1947, per arrivare a quello conosciuto oggi.

Un’ulteriore versione del flipper, creata con lo scopo di tenerlo in vita, visto l’avanzamento della tecnologia negli ultimi anni, è stata quella digitale, del ‘Pinball 2000’.
Tale versione consisteva nell’unione del classico e antico gioco di abilità con i videogiochi.
Ad oggi invece, non è più necessario recarsi ad un bar per giocarci, basta scaricare l’applicazione sul cellulare, oppure dal computer, e giocare comodamente in qualsiasi posto ci si trovi.

Nonostante questa comodità dovuta all’evoluzione tecnologica, nulla potrà sostituire quello che è stato il vero flipper, ed è proprio per questo che i più appassionati continuano a cercare qualche modello fisico per aggiungerlo alla propria collezione.

Modelli di flipper

Sono tantissimi i modelli di flipper che si vennero a creare nel corso di tutti questi anni, tutt’oggi ricercati dai più appassionati.
In particolare i modelli creati da Gottlieb, ovvero colui che ha aggiunto le famose alette al flipper.
Ma anche quelli creati da Bally e Williams, famosi per aver rilanciato sul mercato il flipper negli anni novanta.

Fra i modelli di Gottlieb, molti sono alla ricerca dei modelli più rari, come: Strange World, Freedy, a Nightmare on Elm Street, Rock Star, Joker poker.
Mentre fra i modelli di Bally e Williams, i più appassionati saranno alla ricerca di: Mata Hari EM, Cactus Canyon, The Addams Family Special, Indiana Jones, Star Trek Enterprise LE.

Flipper che passione!

Avere la passione per un oggetto in particolare, come in questo caso per il flipper, porta davvero a desiderare di possederne almeno uno, così da poterlo ammirare, e perché no, all’occorrenza, anche utilizzare (sempre con la giusta delicatezza).