Top

il giusto prezzo e come vendere antiquariato

il-giusto-prezzo-e-come-vendere-antiquariato

il giusto prezzo e come vendere antiquariato

Vendere un oggetto di antiquariato al giorno d’oggi è una pratica sempre meno complessa: non soltanto è più facile reperire siti online specializzati nel settore di mobili antichi, dipinti di valore e oggettistica di ogni tipo, ma è anche possibile contare su un numero crescente di intermediari che possono aiutarti nella scelta di un compratore adeguato.

In questo breve scritto abbiamo deciso di raccogliere le informazioni più rilevanti in merito alla vendita di antiquariato: quali sono i suggerimenti concreti con cui poter fare subito l’affare migliore per te e per il tuo interlocutore commerciale? Per rispondere a tale quesito è necessario stilare una mini-guida che possa guidarti step-by-step nel vasto mondo degli oggetti d’epoca: ecco cosa sapere prima di scegliere il tuo canale di vendita preferenziale.

Vendita di antiquariato: come definire il giusto prezzo? Come vendere antiquariato?

Uno dei limiti più difficili da superare per il neofita, riguarda naturalmente la definizione del giusto prezzo a cui vendere un pezzo d’antiquariato. Capita spesso di essere incerti sul valore di un’opera d’arte o di un mobile che è stato casualmente ereditato da poco: come fare in questi casi? Il nostro consiglio è quello di affidarti a un estimatore di fiducia specializzato nel settore di tuo interesse. In questo modo avrai la possibilità di partire da una cifra basic che corrisponde al potere d’acquisto effettivo del tuo oggetto. Ma non è così semplice. Il motivo? Prima di concludere la vendita del tuo bene, tieni a mente questi importanti consigli:

  • la trasformazione dei prezzi è la regola aurea di ogni affare: il valore del pezzo che hai intenzione di piazzare sul mercato varia a seconda delle oscillazioni – spesso imprevedibili – che dipendono dall’aumento o dalla diminuzione della richiesta. Prima di concludere la compravendita, di conseguenza, è bene monitorare il valore netto dell’affare che si desidera portare a termine: non avere fretta!
  • la sicurezza e l’onestà di vendita: quando ti separi da alcuni articoli di antiquariato devi necessariamente esser certo della loro veridicità e della loro effettiva validità. In secondo luogo, presta attenzione alle transazioni private e scegli dei metodi di pagamento tracciabili e sicuri che possano fungere da garanzia per te e per il tuo interlocutore commerciale.
  • spese accessorie per la vendita: l’ultimo suggerimento riguarda gli interessi che spesso vengono trattenuti dal canale che scegli di impiegare per piazzare il tuo oggetto d’antiquariato sul mercato.

Come fare per portare a casa trattative sempre convenienti, minimizzando le spese di commissione? Per rispondere a questo quesito è importante fare una dovuta divisione: ecco cosa sapere.

Canali per la vendita dei pezzi di antiquariato: quale scegliere e perchè?

In primo luogo è bene fare una dovuta premessa: ogni pezzo ha alcune caratteristiche specifiche, strettamente connesse al valore d’acquisto connesso all’oggetto di interesse. Di conseguenza, sebbene non sia possibile generalizzare, due sono i canali privilegiati con cui portare a termine affari vantaggiosi sia per il venditore che per il compratore d’antiquariato:

  • internet: un numero crescente di piattaforme totalmente online – meglio note come e-commerce – mettono a disposizione delle inserzioni pubblicitarie o delle vere e proprie aste virtuali in cui acquistare o vendere oggetti d’epoca. In questo modo, lo spazio che separa il compratore dal rivenditore si riduce sempre di più: non solo la comunicazione sarà più agevole e automatizzata, ma sarà anche possibile richiedere specifiche accortezze di spedizione o commissione a seconda dell’opera impegnata;
  • negozi di antiquariato: un classico senza tempo in grado di avvicinare un numero locale di persone sempre crescente al mondo dell’oggettistica d’epoca. Gli store fisici della tua città sono un buon punto di partenza da cui familiarizzare con il vasto mondo della compravendita di mobili antichi, opere d’arte o pezzi di particolare pregio. I negozi, infatti, sono sempre interessati a cercare rifornitori di fiducia da cui trarre il meglio in termini di prodotti e di vendite. Attenzione però: anche in questo caso è bene interrogarsi in merito alla commissione che viene trattenuta dall’intermediario per la conclusione dell’affare.

Come vendere antiquariato: i consigli degli esperti

In conclusione, è possibile stilare una lista di rigide regole da seguire per chiudere la trattativa perfetta? La risposta è naturalmente negativa. Di contro, il nostro consiglio è quello di tenere a mente i suggerimenti che abbiamo brevemente raccolto in questa mini-guida. Non soltanto essi sono pensati per condurti per mano alla ricerca di interlocutori di fiducia con cui intrattenere rapporti di compravendita duraturi, ma tengono conto anche del valore affettivo dell’oggetto che decidi di mettere in vendita.

Cosa significa questo in altre parole? Quando capita di ereditare pezzi d’epoca di particolare pregio, è importante racchiudere nel prezzo anche la storia, i sentimenti e i legami che ti connettono a un dato oggetto. Il mondo dell’antiquariato deve il suo fascino proprio al valore spesso non quantificabile di alcuni oggetti. Lasciarsi incantare dal vasto settore della compravendita significa guardare con passione e incanto a ciò che viene quotidianamente immesso sul mercato.